grazie per quella volta

giovedì, 7 giugno 2012


ho appena finito di leggere il libro : "grazie per quella volta. Confessioni di una donna difettosa " di Serena Dandini.
Mi ci sono proprio ritrovata : racconta delle piccole cose della vita; di momenti passati a cercare oggetti forse perduti e a riscoprire sensazioni, che ci riportano alla nostra giovinezza.
Ci parla della sua famiglia, dei suoi sogni di ragazza, delle letture e delle esperienze che l'hanno resa quella che è oggi.
Ho sorriso leggendo dei pomeriggi adolescenziali passati davanti alla finestra a sognare il futuro, così come delle prime vacanze tra amiche.
Affronta anche i momenti difficili, ma sempre con ironia e leggerezza.
La figura della zia Lella - a cui dedica il libro - è illuminante : che meraviglia essere un punto di riferimento per le persone a cui vogliamo bene !
E che dire del senso di inadeguatezza, che spesso ci accompagna ?  Tra le sue pagine troviamo la frase-mantra di Simone de Beauvoir :  " Donne non si nasce : si diventa ...." cosa c'è di più positivo ?!
Torniamo agli argomenti leggeri ... vi riporto una pagina del capitolo  Black is black : ci racconta come è nato l'amore per gli abiti neri, il colore della disobbedienza ....


Nel quotidiano mi circondo di colori, anche solo un piccolo mazzo di fiori colorati sulla scrivania, ma anche nel mio guardaroba è tutto nero. Lo trovo raffinato e femminile, nella sua assoluta semplicità è adatto a qualsiasi ora del giorno e della sera : una colazione di lavoro, un'uscita con le amiche, un aperitivo, una festa scintillante .
Con queste riflessioni, tra racconti e ricordi, ti fa sentire un po' meno sola con i tuoi difetti, sapendo che vale la pena di provare a conviverci serenamente ... :-)

2 commenti:

  1. A me Serena Dandini piace e l'idea di conoscerla meglio attraverso il libro, mi alletta tanto. Grazie della segnalazione, ciao.

    RispondiElimina
  2. ciao Mari, bellissima la scatola e la foto del libro; continua così che mi piace tanto .....baci lilli

    RispondiElimina